Come lavare un cappello in lavastoviglie

È normale che un cappello si sporchi quando viene indossato per diverse ore, soprattutto a contatto con il sole, perché assorbe il sudore e i cattivi odori. La lavastoviglie viene comunemente utilizzata per lavare piatti e posate, ma può essere utile anche per pulire altri accessori. Qui vedrete come lavare un cappello in lavastoviglie e altre forme di toelettatura.

Lavabile in lavastoviglie

Come per tutti i capi d’abbigliamento, prima del lavaggio è necessario controllare l’etichetta del produttore del cappello per verificare il materiale di cui è fatto e se è possibile lavarlo in lavatrice. Se l’etichetta riporta la dicitura “cotone” o “materiale sintetico”, potete usare la lavastoviglie senza problemi, mentre se riporta la dicitura “lavare a mano” evitate di farlo.

Ora, se volete proteggere il cappello da eventuali piegature o evitare che la sua forma venga alterata, potete utilizzare un telaio per cappelli o una formatrice per cappelli. È importante sapere che non si deve lavare l’oggetto insieme agli altri utensili da cucina; si possono introdurre diversi cappelli per sfruttare il carico.

È necessario posizionare l’oggetto sopra la lavastoviglie in modo che sia lontano dalla zona calda per evitare ulteriori danni. Dopo la procedura, è necessario riempire il contenitore del detersivo con un detergente senza candeggina o borace. Non è possibile utilizzare sapone per lavastoviglie con candeggina perché altera il colore del cappello; una volta riempita con il detergente, assicurarsi di chiudere bene la lavastoviglie.

Inoltre, quando si inizia la pulizia, impostare l’apparecchio per un lavaggio breve, con temperature fredde e senza il ciclo di riscaldamento. In questi casi è possibile utilizzare l’impostazione delicata. Inoltre, assicuratevi di togliere il cappello prima che inizi il ciclo di asciugatura, poiché il calore emanato dal cappello potrebbe danneggiarne le parti delicate.

Vedi anche  Ogni quanto tempo va cambiato il filtro dell'aria di un'auto?

Al termine del processo di lavaggio in lavastoviglie, riporre il cappello in un vaso o su una superficie alta per mantenere la sua forma originale. Inoltre, durante questo periodo evitate di toccare o tenere in mano l’accessorio fino a quando non è completamente asciutto; deve asciugarsi naturalmente senza utilizzare altri mezzi.

Utilizzare acqua fredda

Nel caso in cui non vogliate usare la lavastoviglie per pulire il cappello, ci sono altre tecniche che vi daranno buoni risultati. Una di queste è l’acqua fredda, che mantiene l’oggetto nel suo stato originale e non ne altera il colore o le dimensioni.

La prima cosa da fare è prendere un secchio e riempirlo di acqua fredda, quindi immergere il tappo per qualche secondo e rimuoverlo. Se lo desiderate, potete usare un semplice sapone e poi rimuovere i resti con altra acqua.

Detergente neutro

I prodotti per la pulizia, come i detergenti neutri, sono meno aggressivi per i materiali su cui vengono applicati, per questo sono perfetti per lavare un cappello. Nel caso di un cappello macchiato o con cattivo odore, è sufficiente mettere del detersivo sul cappello e strofinare delicatamente la superficie.

Pertanto, preparate un secchio e lasciatelo in ammollo per circa 10 minuti e poi lasciatelo asciugare naturalmente.

Lavatrice

Come accennato all’inizio, è necessario verificare se il materiale è adatto per essere messo in lavatrice. Se si intende abbinarlo ad altri capi, assicurarsi che siano di colori simili. Quando si imposta il ciclo dell’acqua, ricordarsi di scegliere un riempimento con acqua fredda o calda, il ciclo di lavaggio deve essere breve. Una volta terminato, lasciarlo asciugare in un luogo con una buona circolazione d’aria.

Vedi anche  Come pulire la ventola della cappa: guida pratica

Utilizzare lo spazzolino da denti

Con questa tecnica è necessario fare molta attenzione, in quanto lo sfregamento troppo forte può scolorire il tessuto del cappello. Lo spazzolino vi aiuterà a rimuovere le macchie di sudore o altre sostanze persistenti, bagnando prima la zona e applicando il sapone.

Quindi, prendere lo spazzolino da denti e iniziare a strofinare delicatamente la superficie fino a rimuovere la macchia. Al termine, utilizzare un panno umido e rimuovere tutti i residui di sapone; si può anche risciacquare con acqua fredda.

Aggiungere il bicarbonato di sodio

È risaputo che il bicarbonato di sodio è utile per rimuovere le macchie, lo sbiancamento e gli odori; il prodotto è amico degli indumenti. Per eliminare gli odori, è sufficiente prendere del bicarbonato di sodio e strofinarlo all’interno del cappello.

Per rimuovere una macchia, invece, preparare una miscela di acqua e bicarbonato di sodio, metterla sulla macchia e attendere 10 minuti per eliminarla. Infine, rimuovete la miscela con acqua fredda e lasciatela asciugare per qualche ora. 

5/5 - (1 voto)

Antonella Lanotte

Io sono un'appassionata di cura e pulizia. Mi piace leggere articoli sulla cura della casa e della salute, e sono anche una grande fan dello shopping e dei prodotti di bellezza. Amo trovare soluzioni pratiche che possano aiutare le persone a mantenere un ambiente più sano e organizzato. Sono sempre alla ricerca di nuove idee e tendenze nel mondo della pulizia e della cura. Amo scoprire nuovi metodi di pulizia e di cura degli oggetti che sono più sani per l'ambiente. 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Volver arriba