Come pulire un bong in vetro, acrilico, lattice o silicone?

Il bong è un dispositivo che aiuta a purificare il fumo, migliorando la nostra esperienza di fumatori. Anche la sensazione del fumo diventa più piacevole. Se vogliamo continuare a usare questo stile di tubo con saggezza, impariamo a pulirlo correttamente e a godere dell’effetto piacevole e a mantenere l’estetica della varietà di design che questi contenitori contengono.

Ecco alcuni metodi per pulire bene un bong in silicone, decidete voi quale applicare in base al metodo più facile per voi.

Pulizia nella lavastoviglie

Questo è il modo più semplice e automatico per lavare un bong. Basta smontare i pezzi, metterli in lavastoviglie e lasciare che la macchina faccia il suo lavoro. Cercate di non posizionare le parti del bong vicino alle zone più calde, ma sui ripiani più freschi. Il materiale siliconico resiste molto bene al calore, ma potrebbe causare la deformazione del bong.

L’unico difetto di questo metodo è che non rimuove i fastidiosi residui dalle superfici, per cui sarà necessario un pennello speciale o un altro strumento per liberare il bong.

Pulizia per immersione

Per questo metodo si può utilizzare il lavandino per creare una sorta di laghetto per questo metodo di pulizia. Si può anche usare una vasca da bagno, riempiendo uno di questi due spazi con acqua tiepida fino al punto in cui il bong può essere completamente sommerso.

Smontare il bong in pezzi e utilizzare un detergente speciale Randy’s Green Label per metterli a bagno. Questa soluzione detergente è altamente raccomandata in quanto non è tossica e funziona bene per la pulizia del dispositivo. Si può usare un altro con caratteristiche simili.

Vedi anche  Come pulire lavelli in fragranite?

Quindi, leggere le istruzioni fornite dal detergente per creare la soluzione di ammollo ideale. Quando tutto è pronto, immergere le parti e lasciarle riposare per una notte. Il giorno successivo, prendere una spazzola di silicone e finire di rimuovere i residui, che sono più facili da rimuovere grazie alla soluzione preparata. Terminare sciacquando il bong, lasciarlo asciugare e rimontarlo.

Pulizia con alcool

L’alcol è molto efficace per la pulizia dei bong di questo materiale, smontateli in pezzi e immergeteli nell’alcol isopropilico, che può essere freddo o caldo, ma è consigliabile che sia caldo perché accelera il processo di lavaggio. Inoltre, la concentrazione appropriata di alcol deve essere pari o superiore al 70%.

Una volta immerso, lasciarlo riposare per qualche ora o, se si desidera, per tutta la notte. Quindi sciacquare i pezzi con acqua fino a quando non c’è più alcool, poiché l’inalazione non deve essere evitata. Al termine, lasciarli asciugare e riassemblare il bong.

Pulizia del congelatore

Questo metodo è semplice e facile da eseguire. Inoltre, si adatta al materiale siliconico per la sua elevata flessibilità. Mettete il bong in frigorifero per qualche ora, in modo che tutta la sporcizia si congeli in uno stato molto più solido.

Quando riteniamo che lo sporco sia sufficientemente congelato, estraiamo il bong e pieghiamolo in modo da far uscire facilmente lo sporco e i residui di resina. Questo metodo è ottimo per rimuovere i residui, ma non garantisce una pulizia più profonda per eliminare l’odore.

Pulizia con aceto

Questo metodo, anch’esso molto efficace, si applica nello stesso modo dell’alcol. Per migliorare la pulizia delle pareti si può aggiungere il bicarbonato di sodio, poiché i cristalli di questo composto sono piuttosto densi e aiutano a rimuovere la resina rimasta sulle pareti, oltre a essere un buon assorbitore di sporco.

Vedi anche  Come deodorare i tappeti e rinfrescare la casa?

Raccomandazioni per la pulizia di una tazza in acrilico o di un bong in silicone

Questi metodi sono applicabili anche ai recipienti in acrilico, ma non ai materiali in vetro, quindi fate attenzione se il vostro bong contiene parti in vetro, perché ci sono alcuni metodi che non possono essere applicati a questo materiale.

Inoltre, ci sono sostanze ottime per la pulizia, ma non adatte a questi strumenti, come la candeggina, il perossido di idrogeno, l’acetone e altre sostanze detergenti come il Windex. Questi composti sono altamente tossici se inalati e, se usati per la pulizia, potrebbero rimanere piccole tracce che potrebbero colpire i polmoni attraverso le boccate.

Allo stesso modo, si dovrebbe evitare di pulire il bong con materiali abrasivi come la lana d’acciaio, in quanto graffia il materiale e forma piccoli pori attraverso i quali i residui possono rimanere bloccati.

Rate this post

Antonella Lanotte

Io sono un'appassionata di cura e pulizia. Mi piace leggere articoli sulla cura della casa e della salute, e sono anche una grande fan dello shopping e dei prodotti di bellezza. Amo trovare soluzioni pratiche che possano aiutare le persone a mantenere un ambiente più sano e organizzato. Sono sempre alla ricerca di nuove idee e tendenze nel mondo della pulizia e della cura. Amo scoprire nuovi metodi di pulizia e di cura degli oggetti che sono più sani per l'ambiente. 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Volver arriba