Come rimuovere la muffa dal legno?

Il legno è un materiale molto sensibile all’acqua, tanto da evitare di appoggiarvi sopra un bicchiere bagnato. Il motivo è da ricercare nella formazione di muffe sul legno. Inoltre, nell’aria sono spesso presenti piccole tracce di spore di muffa che, a contatto con umidità e calore, cercano un luogo adatto come il legno.

Esistono diversi tipi di muffa: bianca, nera, rosa e verde, ma vi forniremo alcuni passaggi da applicare per eliminare completamente qualsiasi tipo di fungo. Esistono diversi metodi che vengono applicati in successione a seconda della persistenza della muffa sul legno.

Rimozione della muffa con il sapone per lavastoviglie

È possibile rimuovere facilmente la muffa con sapone per piatti e una spugna. È sufficiente mescolare un cucchiaio di sapone per piatti in una bottiglia di acqua calda, spruzzare la soluzione sulla muffa presente sul legno e iniziare a strofinare con la spugna fino a quando non sarà completamente rimossa dal legno.

Asciugare il più possibile con un asciugamano per rimuovere la muffa e i residui di sapone. Inoltre, l’umidità favorisce la formazione di muffe, quindi assicuratevi di asciugare accuratamente.

Eliminare la muffa con aceto bianco e bicarbonato di sodio

Se il metodo precedente non ha eliminato le macchie di muffa, è possibile applicare questo metodo utilizzando aceto bianco o distillato, che funge da disinfettante contro i funghi, ne rallenta la crescita e non è tossico.

Vedi anche  Come pulire Gli Specchi: Metodi E Consigli

Mescolate 200 ml di aceto con un cucchiaio di bicarbonato di sodio, aspettate che reagisca completamente e poi usatelo con calma sul legno. Con l’aiuto di una spugna, pulire la zona interessata e lasciare riposare per 10 minuti affinché la soluzione faccia effetto. Con un asciugamano, asciugare il legno per eliminare il più possibile i residui e l’umidità. Se non rimuove tutta la muffa, almeno l’80% della muffa sarà rimossa.

Rimozione della muffa con la candeggina

La candeggina è un prodotto che produce vapori tossici, motivo per cui questa tecnica dovrebbe essere utilizzata all’aperto o in una stanza grande. In questo modo, i fumi non danneggeranno la salute degli abitanti o di se stessi.

Preparare la soluzione in un secchio, versando un litro d’acqua e 100 ml di candeggina, assicurandosi che siano ben mescolati. Utilizzare una spugna, inumidita con la soluzione, per strofinare sui resti di muffa. Ricordarsi di fare una prova sul legno per verificare la quantità necessaria da applicare. Eseguire il test su una piccola parte del legno, il meno visibile possibile, poiché la candeggina può agire come agente decolorante.

Attendere mezz’ora che la candeggina faccia il suo lavoro e ripetere la stessa procedura, ma con una soluzione più diluita. Infine, con un asciugamano asciugare il legno, eliminando tutti i residui e l’umidità. A questo punto, la muffa è completamente eliminata e il legno è privo di funghi.

Rimozione della muffa mediante levigatura

In casi estremi, se la muffa dovesse persistere fino a questo punto, è possibile applicare un metodo più complicato e professionale, per cui è necessario utilizzare un equipaggiamento protettivo per eseguire questa tecnica, poiché si tratteranno direttamente le spore penetrate nel legno. D’altra parte, potete rivolgervi a un professionista nel caso in cui non vi sentiate in grado o non sappiate come levigare il legno, poiché questo è il passo successivo.

Vedi anche  Come pulire gli occhi ai gattini: tutti i trucchi per una corretta igiene

Carteggiare il legno per eliminare eventuali muffe presenti al suo interno, aspirare la sabbia prodotta dalla carteggiatura e applicare una vernice sul legno per sigillare i pori in modo che le spore non ritornino. Assicuratevi di aver rimosso ogni traccia di spore dal legno e scartate o disinfettate i materiali utilizzati prima di riporli, in modo che le spore rimaste su questi strumenti non contaminino altri luoghi. Compreso te stesso.

Consigli per prevenire la muffa sul legno

Come già detto, l’umidità è molto amica della muffa. Il contatto prolungato con acqua o altri liquidi sulla porta o sui mobili in legno deve essere sempre evitato, poiché accelera la produzione e la crescita di muffa e funghi.

Per evitare che ciò accada e per evitare di dover effettuare una pulizia approfondita, pulire immediatamente le gocce o gli sgocciolamenti di liquido che cadono sul legno. Se la quantità versata è considerevole, pulire rapidamente e far prendere aria all’ambiente.

Inoltre, esistono speciali vernici antimuffa che si possono applicare sulle porte o sui mobili in legno e non hanno problemi con i funghi. Ricordate che la vernice serve a prevenire, non applicatela quando è presente.

Rate this post

Antonella Lanotte

Io sono un'appassionata di cura e pulizia. Mi piace leggere articoli sulla cura della casa e della salute, e sono anche una grande fan dello shopping e dei prodotti di bellezza. Amo trovare soluzioni pratiche che possano aiutare le persone a mantenere un ambiente più sano e organizzato. Sono sempre alla ricerca di nuove idee e tendenze nel mondo della pulizia e della cura. Amo scoprire nuovi metodi di pulizia e di cura degli oggetti che sono più sani per l'ambiente. 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Volver arriba